Audioprotesisti, l’aiuto concreto del gestionale Twister

Lavorano il più delle volte da soli, senza collaboratori, e trascorrono il 65 per cento del loro tempo in giro, spostandosi tra gli impegni e i clienti. Gli audioprotesisti sono una categoria molto specifica di professionisti che si occupano di protesi dell’apparato uditivo e spesso il loro lavoro li obbliga a dover gestire dati su fronti eterogenei: non solo hanno necessità di gestire le anagrafiche e l’amministrazione dei clienti, ma anche il magazzino, ovvero la disponibilità delle protesi e dei materiali, e concrete criticità sul fronte della privacy, trattandosi di un lavoro che riguarda le persone e la sfera della loro salute.

Questo è uno dei motivi per cui, probabilmente, la creazione di un gestionale come Twister è andata incontro alle loro esigenze, ed è stato inevitabile sviluppare anche una vera e propria versione del gestionale per audioprotesisti che permette di mettere a sistema tutti questi ambiti.

Da quanto abbiamo potuto rilevare approfondendo il loro mondo, spesso l’audioprotesista deve auto-organizzare il proprio lavoro, gestendo l’amministrazione da solo e dovendosi muovere in modo autonomo per promuovere la propria attività: anche per questo un gestionale come Twister, raggiungibile anche online e quindi disponibile con il proprio patrimonio anche mentre il professionista non è in negozio, può aiutare a eliminare tempi morti e dare immediatamente informazioni che altrimenti sarebbero rimaste in ufficio.

Se fino ad oggi molti si sono arrangiati con file excel e database di vario tipo, pare che i più giovani, in particolare chi sta aprendo un negozio da audioprotesista, sia ben disposto a valutare un sistema moderno, in grado di assicurare sicurezza e affidabilità.

Ma noi crediamo che Twister possa fare molto anche per chi ha una lunga esperienza da audioprotesista, perché dal gestionale può trarre nuova energia e migliorare sotto l’aspetto organizzativo e amministrativo.

Con passione, il team di NSAi