Chi legge i siti internet?

“La verità è che nessuno legge gli annunci pubblicitari. Le persone leggono quello a cui sono interessati, e qualche volta è un annuncio”.

(“The real fact of the matter is that nobody reads ads. People read what interests them, and sometimes it’s an ad.”)

H. L. Gossage

Ma i siti internet aziendali chi li legge?

È una domanda che non siamo sicuri si pongano tutte le aziende quando decidono di realizzarne o, ancora meglio, farne realizzare uno da un’agenzia, eppure per molti potrebbe essere la prima vera chiave, nel progettarlo, per capire quali informazioni inserire e quali informazioni non inserire sul sito, oppure a quali dare maggiore o minore evidenza.

Normalmente un sito presenta l’azienda e i suoi prodotti o servizi, ma ci sono tanti modi diversi di farlo. In molti casi capire che tipo di informazione cerca (o potrebbe cercare) il nostro “utente ideale” può essere utile anche a decidere come strutturare il sito web aziendale.

Chi potrebbe andare a leggere e a consultare il sito? Solo un cliente o un potenziale tale, oppure lo potrebbero fare anche fornitori, stakeholder, concorrenti, o chi cerca un’informazione su un settore e non per forza sull’azienda?

Che cosa, in pratica, vogliamo che ognuna di queste categorie sappia di noi?

In alcuni casi il sito può essere strutturato proprio sulla base delle diverse tipologie di visitatori.

Il sito concorre in modo decisivo sulla reputazione online dell’azienda, perché un sito ricco di informazioni potrebbe essere esaustivo per molti dei visitatori, quindi pianificarne sia i contenuti iniziali sia quelli futuri che dovranno essere sviluppati sulla base dei lettori è un’ottica importante da tenere in considerazione.

E tu, hai esaminato chi leggerà il tuo sito?

Con passione, il team di NSAi