Conviene vendere su Internet?

130821 Conviene vendere su Internet

Il mondo del web oggi affascina tutti, e il vecchio “sogno americano” (il fatto che chiunque possa avere successo in questa landa sconfinata, a patto che abbia una buona idea imprenditoriale e la sappia portare avanti) fa gola a molti. Ma su Internet conviene vendere? 

Partendo dal presupposto di avere un prodotto adatto alla vendita online e che il web sia davvero il mercato giusto su cui farlo affacciare, non possiamo esimerci dal verificare quali siti e ecommerce esistono che hanno una proposta uguale o simile alla nostra.

Nell’online, come nel commercio in negozio, è infatti molto importante avere l’opportunità di essere visibili, e un sito non solo ha la necessità di essere costruito nel modo giusto (con ricchi contenuti validi) ma anche di poter emergere. In altre parole, troppa concorrenza può metterci in difficoltà molto serie se non siamo in grado di “galleggiare” sulle prime pagine dei motori di ricerca. E a volte nemmeno avere un buon budget basta!

La concorrenza può essere spietata, e in Italia l’e-commerce cresce ma deve ancora “esplodere”: come evidenzia Jarvis Macchi nel suo “Lusso 20”, in Italia tra il 2004 e il 2009 ad acquistare su Internet è ancora il 12% della popolazione italiana contro il 65% dei paesi del Nord Europa; inoltre tra il 2011 e il 2012, secondo Netcomm, gli utenti attivi sono aumentati del 11% ma le aziende pronte a vendere su internet sono solo l’11% contro il 15% della media europea. Tutto questo ci fa pensare che Internet è sì una grande opportunità e che c’è ancora un grande spazio che dovrà essere sfruttato nei prossimi anni, ma occhio a fare le corrette valutazioni di marketing del caso!

Per fare vendita su Internet occorre anche valutare i costi: la realizzazione del sito, le eventuali campagne pubblicitarie (Adwords, Facebook, ecc), le altre spese per la sua promozione (per esempio un consulente di web marketing o di social marketing) e poi i costi che qualunque attività richiede, come l’apertura della partita iva, l’iscrizione alla Camera di Commercio, i contributi Inps, le spese per il commercialista, la connessione internet… nonché il tempo e le energie nostre spesi per avviarlo e farlo funzionare.

Ci siamo chiesti in questo articolo se può essere conveniente vendere su Internet… Noi di NSAi accompagniamo i nostri clienti verso la vendita online anche attraverso una valutazione su tutti i pro e contro, perché prima di gettarsi in una nuova attività è sempre opportuno non perdere di vista la realtà!

Con passione, il team di NSAi