Facebook Ads o Google Ads? Cosa scegliere per pubblicizzare il tuo business

Pubblicizzare un’azienda o sponsorizzare un prodotto online al fine di aumentare le vendite o l’awareness legato ad un brand è una pratica molto comune non solo per chi fa business prettamente online, ma che fare quando si ha un budget limitato e una strategia di marketing poco definita? Come decidere se allocare il budget alle pubblicità su Facebook e Instagram o se invece optare per Google Ads?

Vediamo i pro e i contro di ciascuna piattaforma e quali risultati è possibile ottenere.

Fare pubblicità su Google Ads: pro e contro

Utilizzare Google Ads e le varianti Google Shopping per pubblicizzare i propri prodotti è un’ottima idea se si vuole intercettare quel che viene definito “Utente attivo”, ovvero l’utente che di proposito effettua una ricerca online per trovare un determinato prodotto o servizio. Comparire tra i risultati delle ricerche tramite specifiche parole chiave consente di raggiungere tutti coloro che sono alla ricerca di un prodotto e che magari non conoscono ancora la vostra azienda. Scegliere di fare pubblicità tramite Google Ads equivale a rispondere ad una specifica esigenza dell’utente e la pianificazione delle parole chiave da utilizzare è fondamentale per intercettare il pubblico giusto.

L’altro lato della medaglia delle pubblicità su Google Ads è il costo. Rispetto ad altre piattaforme che consentono di fare pubblicità con un budget più ristretto, Google Ads ha un costo medio di 1 o 2 € a clic.

Fare pubblicità su Facebook e Instagram: pro e contro

Facebook Ads punta all’ “Utente passivo”, ovvero a tutti coloro che, mentre guardano il feed di Facebook o Instagram, si imbattono nel vostro annuncio pubblicitario anche se non stanno cercando i vostri prodotti. Facebook Ads è un’ottima piattaforma per creare awareness attorno a prodotti, nuovi brand ed eventi ma non è la piattaforma ideale per vendere perché gli utenti, quando si trovano sui social, non sono lì per acquistare a differenza degli utenti che su Google inseriscono parole chiave legate a prodotti commerciali.

Come pro però ci sono i costi che su Facebook Ads sono decisamente contenuti, in media infatti è difficile spendere più di 0,03 cent a clic, è anche vero però che la maggior parte degli utenti che visitano il vostro sito dopo aver cliccato su una pubblicità Facebook non effettua acquisti, almeno non immediatamente. Di contro però dovrete spendere in grafica: per essere efficaci le pubblicità su Facebook, al contrario delle adv su Google Ads, hanno bisogno di un’ottima grafica o meglio ancora di video.

Facebook Ads può portare visite e like alla vostra pagina, può creare interesse e curiosità attorno ai vostri prodotti ma difficilmente sarà il canale tramite cui potrete aumentare e vendite.

Facebook Ads o Google Ads? Conclusioni:

A parità di budget, il nostro consiglio è quello di scegliere Google Ads se il vostro obiettivo è quello di portare traffico al vostro sito e aumentare le vendite. In media, per ottenere buoni risultati da Google Ads è necessario preventivare un investimento di 300 € mensili. Per ottenere gli stessi risultati tramite Facebook in termini di vendite effettive, l’investimento deve essere più alto, si parla infatti di 500 € al mese. La cosa migliore è valutare con un esperto il settore di competenza e il budget ideale da dedicare a queste attività.

Per maggiori informazioni e cominciare a investire con Google Ads o con le pubblicità sui social contattaci, il team di Nsai è a disposizione per un colloquio senza impegno.