L’azienda sui social: esserci e comunicare

130918 L'azienda sui social, esserci e comunicare

La capacità di vendere sui social (o tramite i social) è un argomento molto spinoso, perché ad oggi sono poche le realtà che possono dire di aver realizzato business direttamente grazie ai social network, e molte li hanno invece inseriti in un circuito più complesso di marketing che coinvolge sì questi nuovi strumenti, ma non in modo esclusivo.

Eppure tutte le aziende a un certo punto hanno valutato o stanno valutando se entrare in Facebook o Twitter o altri social, e come farlo. Può darsi che alcune abbiano fatto un piano di marketing accurato e abbiano anche valutato costi e opportunità, ma la verità è che si ha l’impressione che molte, soprattutto le medio-piccole, si iscrivano per esserci (magari allettate dalla popolarità di questi mezzi) ma che poche abbiano programmato come stare sul social network e come comunicare.

La domanda che anche noi di NSAi ci siamo posti è: cosa dovrebbe fare l’azienda una volta iscritta? Chi cliccherà “mi piace” sulla sua pagina? Con chi dovrebbe interagire?

Buona norma sarebbe di inserire le pagine e i relativi indirizzi sia sul sito istituzionale sia sulla modulistica sia sulle altre modalità di contatto (ad esempio nelle firme delle email), e iniziare a fare attività vera e propria. Inseriamoci nelle conversazioni, quelle a tema del nostro settore, oppure facciamo domande costruttive ad altri.

E se qualcuno commenta qualcosa di nostro, come dobbiamo comportarci? Quanto dobbiamo essere amichevoli? Dobbiamo dare del tu ai nostri contatti? Come possiamo incoraggiarli? 

Bisognerebbe decidere una linea d’azione prima di entrare nei social network, onde evitare di dover cambiare frettolosamente strategia. Può capitare, per esempio, che un utente scriva che non gli piace un nostro prodotto: se fino a poco prima siamo stati “amiconi” non possiamo arroccarci ma dobbiamo proseguire la conversazione, cercando di capire il perché di quel commento.

Per questo fare un piano di marketing e di comunicazione, anche attraverso alcune indicazioni sul tipo di “conversazione” che vogliamo condurre online, può essere molto utile anche a chi si iscrive “tanto per esserci” e “perché lo fanno tutti”: soprattutto se, mentre l’identità aziendale è unica, ci possono essere più dipendenti o collaboratori che gestiscono il profilo.

Dell’organizzazione che avremo strutturato ne guadagnerà il business.

Con passione, il team di NSAi