Smau 2013, sogni e proposte concrete per le aziende

131025 Smau 2013, sogni e proposte concrete per le aziende

Si respira voglia di fare, di mettersi in gioco, di proporre nuove idee: Smau, anche nell’edizione 2013, si conferma come un grande contenitore di sogni ma si può riscoprire anche come un ricettacolo di proposte concrete, che spesso vanno a soddisfare un bisogno non solo tecnologico e aziendale ma anche umano.Gli stand sono tantissimi, davvero diversi l’uno dall’altro, e spesso si fatica a cogliere cosa fa ogni singola azienda presente (dovrebbe durare 8 giorni per parlare con tutti!) ma basta fermarsi in qualcuno, anche per semplice curiosità, e ci si rende conto che da parte di chi espone c’è tanta voglia di comunicare e di spiegare come la tecnologia ha cambiato, sta cambiando e continuerà a cambiare le imprese oltre che in generale il mondo. 

Anche NSAi è arrivata qui, con Twister, per parlare di quello che facciamo, e subito ci siamo resi conto di quanta voglia c’è di semplificare i processi, di fare in modo che la tecnologia vada davvero al servizio dell’impresa: chi è passato in stand ci ha fatto capire che questa necessità è ancora in parte da soddisfare, e che vi sono aree come la gestione del personale o la customer care in cui ci sono ancora tanti passi da fare.

Tra APP e droni, tra multinazionali e startup, tra chi propone ecommerce innovativi e chi la tecnologia la mette al servizio dell’agricoltura, tra stand istituzionali e spazi informali, Smau spegne le sue 50 candeline mostrandosi non solo come una vetrina ma anche come un luogo di incontro da cui ripartire con nuovi stimoli e applicazioni inedite: è la conferma che è proprio dalle aziende e verso le aziende che la tecnologia può muoversi per aiutare a migliorare la nostra quotidianità, come lavoratori e come persone.

Con passione, il team di NSAi